Premium Sport

Raiola: "Non credo nel Milan. E Dybala lascerà la Juve"

L'agente di Donnarumma torna all'attacco dei rossoneri: "Nulla di personale contro Fassone o Mirabelli"

  • TTT
  • Condividi

Mino Raiola torna all'attacco del Milan: dopo aver ricucito lo strappo per arrivare al rinnovo di Gigio Donnarumma e aver trattato la complicata cessione di Niang al Torino, l'agente parla ancora in termini negativi del club rossonero. "Fassone e Mirabelli? - ha detto alla Rai - Nulla di personale contro di loro, ma il problema è che io non credo nel loro progetto".

In primavera, ben prima del caso Donnarumma, Raiola era andato giù duro contro la nuova proprietà rossonera, allora non ancora insediatasi: "Ci sono cinesi e cinesi, quelli di Suning sono seri, quelli del Milan stanno facendo solo figuracce". Poi è arrivata la rottura per il mancato rinnovo del portiere ed è stata la famiglia di Gigio, più che l'agente, a volere la pace. Negli ultimi giorni, la tensione è tornata: Raiola ha parlato di una promessa non mantenuta dal Milan sulla fascia da capitano da dare a Donnarumma, Mirabelli ha definito l'agente "un piccolo uomo". E ora la nuova puntata.

Raiola ha poi parlato anche di Dybala, probabilmente facendo arrabbiare i tifosi della Juve: "Credo che Dybala alla fine andrà via dalla Juve. Deve andare in una squadra dove entra in un progetto già adatto a lui: per lui è difficile adesso entrare in un Barcellona riformato, lo vede bene in un Real Madrid, al Manchester United o al City o al Chelsea".