Premium Sport

Milan, vertice 'ordinario' con Elliott: il nodo del rifinanziamento del debito

Verifica degli impegni con il fondo: la scadenza per il momento rimane a ottobre

  • TTT
  • Condividi

Un incontro ordinario, di quelli previsti a cadenza periodica per la verifica degli impegni. Viene definito così dall'Ansa il vertice andato in scena oggi fra i dirigenti del Milan e i manager di Elliott, il fondo statunitense che ad aprile ha concesso un prestito ponte da 303 milioni di euro in scadenza nell'ottobre 2018, una parte destinata al cinese Li Yonghong per completare l'acquisto del club e una parte allo stesso club per i sostenere i primi investimenti.

Da mesi l'ad rossonero Marco Fassone sta cercando di rifinanziare il debito, ma per ora non sono andate in porto le trattative con alcune banche d'affari e fondi, da ultimo in queste settimane con Highbridge, e il Milan intende valutare altre soluzioni con condizioni più favorevoli entro la primavera.

Alla luce delle difficoltà riscontrate, negli ultimi giorni si sono diffuse voci secondo cui il Milan starebbe valutando anche la possibilità di chiedere a Elliott una proroga della scadenza del prestito. Sembra però che questa ipotesi sia difficilmente percorribile con successo, e comunque non risulta che a oggi sia stata inviata a Elliott una simile richiesta.