Premium Sport

Juventus, Allegri: "Cristiano Ronaldo è un salto di qualità"

Il tecnico: "La società ha fatto una cosa straordinaria. No al Real di istinto"

  • TTT
  • Condividi

Massimiliano Allegri, a margine di un evento al Parlamento Europeo, ha commentato ufficialmente l'arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus: "Credo sia un acquisto importantissimo e un salto di qualità da parte di tutti, della società e di tutto l'ambiente. Non ho pensato a uno scherzo quando me l'hanno detto: io do solo indicazioni e poi ci pensano i dirigenti. Certo, su di lui c'erano poche indicazioni da dare... Quando inizieremo il 30 e arriveranno tutti, avremo un'annata davanti a noi importante come tutte le altre dove ci sarà da centrare gli obiettivi".

"L'obiettivo di vincere la Champions League c'è sempre stato, e sicuramente l'acquisto di Ronaldo ci dà ancora più consapevolezza per raggiungerlo - ha detto - Ma questo, insieme al campionato, alla Coppa Italia e alla Supercoppa italiana sono quattro obiettivi per cui la Juventus ha sempre giocato".

Il tecnico bianconero continua: "Per me tutti gli anni comincia un nuovo ciclo perché la Juventus negli ultimi quattro anni è cambiata molto. Quest'anno ha fatto un mercato importante". Poi una piccola smentita: "Non ho assolutamente sentito il giocatore al telefono. Lunedì credo ci sarà la conferenza stampa, quindi lo vedrò lunedì. So che è molto contento, è un grande professionista e un valore importante per una squadra che ha già fatto grandissime cose". E ancora: "Credo che la società e il presidente abbiano fatto una cosa straordinaria per la Juve, ma soprattutto per il calcio italiano. Come giocherà? Come ha sempre fatto: cercando di fare gol".

Infine, sul no al Real Madrid: "Allora non sapevo che sarebbe arrivato Ronaldo. Ho solo seguito il mio istinto. Non è sicuramente stata un'estate facile, perché è mancata mia madre un mese fa e ho dovuto fare anche delle scelte diverse. Ho parlato con la Juventus e lì sto bene. Ripeto il mio ringraziamento e Florentino Perez, che so mi aveva cercato. Ma avevo già parlato con la Juventus, che aveva un progetto importante"