Premium Sport

Spagna, Lopetegui non farà il Mondiale: in panchina Hierro

Rubiales a sorpresa annuncia: "Costretti ad esonerare il ct". Al suo posto ci sarà l'ex Real

  • TTT
  • Condividi

Clamoroso, storico, mai successo: a un giorno dall'inizio del Mondiale di Russia 2018 la Spagna, una delle grandi favorite del torneo, ha esonerato il ct Lopetegui, che aveva rinnovato soltanto 20 giorni fa, ma poi ha accettato la proposta triennale del Real Madrid. 

"Vengo qua in nome della Federazione - ha esordito in conferenza stampa il presidente della Federcalcio spagnola Rubiales - per comunicare la decisione di esonerare Lopetegui. È uno dei grandi protagonisti per la nostra presenza in Russia, ma siamo obbligati a farlo. Lo ringrazio per quanto fatto, ma devo mandare un messaggio chiaro a tutti quelli che lavorano per la Federazione. La Roja è la squadra di tutti gli spagnoli e a volte devono essere prese delle decisioni. Ci siamo trovati di fronte ad una situazione inattesa, la RFEF si è trovata costretta a mandare un messaggio forte a tutti".

Una decisione clamorosa e inattesa, perché i giocatori delle Furie Rosse si erano schierati con il ct e secondo Marca avevano anche mandato un messaggio diretto a Rubiales: "Questo non è un club, siamo qua per vincere un Mondiale. Tutta questa situazione ci sta danneggiando. Anche se sei arrabbiato, metti da parte l'orgoglio e lasciaci giocare".

Niente da fare, il presidente è stato irremovibile: "Lopetegui ha svolto un lavoro impeccabile - ha spiegato - purtroppo le cose sono state fatte senza rendere partecipe la RFEF e su questo non possiamo passare sopra. Adesso, a due giorni dal Mondiale, dobbiamo solo lavorare visto che c'è tanto da fare. Se mi sento tradito da Lopetegui? Lui poteva parlare con altri, non mi sento tradito".

"Cercheremo di toccare il meno possibile il corpo tecnico - ha aggiunto - Ho un ottimo rapporto coi giocatori, siamo vicini, ma la situazione è estremamente complessa. Ho parlato con lo spogliatoio e posso garantirvi che faranno di tutto per arrivare il più lontano possibile. Purtroppo ci siamo trovati di fronte a questa situazione difficilissima da gestire". 

Ufficiale, la panchina va a Hierro

Le prime parole del tecnico

"Non posso certo cambiate tutto, gran parte dello staff continua con noi, la partita con il Portogallo è vicina. Dobbiamo usare intelligenza e coerenza, e sapere che non si può buttare via tutto". Sono queste le prime parole di Fernando Hierro da ct della Spagna, in una conferenza stampa a Krasnodar in cui è comparso assieme al presidente federale Luis Rubiales. "Io sono stato presente a ogni allenamento - dice ancora Hierro - e in due giorni non si può cambiare nulla. Il nostro cammino nelle qualificazioni è stato fantastico e a i giocatori chiediamo di fare lo stesso qui. Sappiamo di averne molti di grande categoria". Ma cosa pensa del fatto che molti giocatori avrebbero voluto che Lopetegui rimanesse? "Domani vedremo - risponde Hierro -, ma ho già detto loro che posso guardare tutti negli occhi e che sono tranquillo. Non ci sono giustificazioni per non puntare all'obiettivo per il quale siamo qui. Sanno tutti che abbiamo una grande occasione, siamo venuti qui a lottare per un titolo mondiale".