Premium Sport

Il mago Jovetic: "Avevo previsto la chiamata del Monaco"

L'attaccante: "Il tridente con Falcao e Keita? Possiamo competere con quello del Psg"

  • TTT
  • Condividi

Jovetic versione Mago Otelma. L'attaccante montenegrino ha svelato a Goal.com un gustoso retroscena legato al suo passaggio al Monaco: "Ero all’Inter e pensavo a cosa sarebbe successo. Ho parlato con la mia ragazza e le ho detto: 'Il Monaco è un grande club, perché non mi chiamano?'. Il giorno dopo ho ricevuto una chiamata da parte del mio agente che mi ha annunciato che il Monaco era interessato a me. Ho risposto 'Ottimo, ne stavo parlando con la mia ragazza ieri'. Onestamente sono felice. Hanno parlato con il mio agente prima di chiamarmi. E’ durante questa telefonata che mi sono convinto. E’ un qualcosa che senti dentro. Non ci ho pensato molto e ho deciso di venire".

A un certo punto sembrava un'altra la destinazione del 27enne: "Sapevo che il Marsiglia mi voleva, io però non ho mai detto di voler andare lì e loro questo lo sapevano. Sono grato all’OM perché è un buon club, io però ho scelto il Monaco. Ci sono grandi giocatori ed un grande allenatore. Il Monaco ha vinto il campionato lo scorso anno e giocheremo la Champions League. C’erano molte ragioni che mi hanno spinto a venire qui".

L'eredità di Mbappé è pesante ma Jovetic sembra non curarsene: "Onestamente penso solo a godermi le partite e a divertirmi. Non sono venuto qui per sostituire nessuno. Voglio solo dare il meglio di me e aiutare la squadra. Mi sento bene. Ho giocato molto negli ultimi sei mesi con il Siviglia e con la mia Nazionale. Ho fatto un buon precampionato con l’Inter, quindi tutto va per il meglio e non vedo l’ora di giocare la mia prima partita". 

E magari dare vita a un tridente con Falcao e Keita, contrapposto a quello del Psg formato da Neymar, Cavani e Mabppé: "Vedremo, penso che potremo competere con loro". La sfida è lanciata.