Premium Sport

Juventus, Chiellini: "Finalmente si fa sul serio, Kane è straordinario"

Il difensore: "Affrontare i grandi attaccanti per noi difensori è stimolante, non vedo l'ora"

  • TTT
  • Condividi

Al fianco di Allegri nella sala stampa di Vinovo anche Giorgio Chiellini: "Ora inizia il bello della stagione, quello per cui abbiamo lavorato tanto e che aspettavamo - ha detto il difensore - Finalmente si comincia a far sul serio e non vediamo l'ora di scendere in campo domani. Tottenham abbordabile? Lo avrà detto qualcuno con atteggiamento superficiale, è vero che c'erano i pericoli City e PSG, ma il Tottenham è una squadra in continua crescita, negli ultimi anni sempre vicina a vincere il titolo e con grandi talenti. C'è tanto rispetto e tanta stima nei loro confronti. Vogliamo vincere e passare il turno, sapendo però che sarà difficile".

"Kane? Un giocatore che fa più gol di Messi non può non essere nominato, ma ci sono tanti elementi che aiutano a valorizzare un fantastico attaccante come lui. Non subire gol domani è fondamentale, sarà difficile ma anche noi veniamo da un ottimo periodo dove abbiamo ritrovato equilibrio. Sarà una partita fantastica, qualcosa più di un ottavo di finale, sarebbe un bellissimo quarto. Spero di vedere Llorente in campo perché entra quando loro sono in difficoltà, ma visti i trascorsi del passato forse è meglio evitarlo, due anni fa ci rovinò la Champions (segnando con la maglia del Siviglia e 'condannando' i bianconeri al secondo posto nel girone, ndr). È una persona splendida che ha lasciato tanto dentro e fuori al campo, ha lasciato Torino in lacrime e questo fa capire lo spessore della persona. Spero che faccia benissimo, ma dopo la sfida di domani".

Il discorso torna ancora su Kane: "Queste sfide per noi difensori sono quelle che ti danno lo stimolo per giocare a calcio. Sono le partite che ti rimangono, avevo visto giusto quando lo reputavo un grande attaccante, è diventato un top player e sarà un piacere giocare contro di lui. Ci sarà da lottare, ma queste sono le cose belle del calcio e incontrare i migliori ti aiuta sempre a migliorare". Uno dei migliori potrebbe diventare, un giorno, anche Bernardeschi: "Il percorso che ha fatto Federico deve essere preso da esempio per tanti ragazzi. Ha avuto il coraggio di mettersi in discussione e arrivare alla Juve con la disponibilità di imparare in questi mesi. Ha sempre lavorato senza mai storcere il naso, nonostante abbia giocato poco all'inizio. L'unico consiglio è quello di non fermarsi e migliorarsi sempre, deve cercare in tutti i modi di diventare un punto fermo di questa squadra e della Nazionale".