Premium Sport

Milan-Suso, si va verso il rinnovo: no alla Roma

L'agente e il giocatore vedono Leonardo e Maldini. Il direttore tecnico rossonero: "Non si è parlato di offerte, mai ipotizzata la partenza"

  • TTT
  • Condividi

Sono ore decisive per il futuro di Suso: Alessandro Lucci, agente dell'esterno spagnolo, ha incontrato insieme al giocatore Leonardo e Maldini, i due nuovi dirigenti del Milan, dopo aver fatto visita a Trigoria, quartier generale della Roma, meno di 24 ore fa. È il momento chiave nel mercato rossonero: l'eventuale partenza di Suso, uomo chiave nel gioco d'attacco nel 4-3-3 di Gattuso nella passata stagione, rivoluzionerebbe i piani del tecnico.

Forse anche per questo è molto più vicina la sua conferma, magari con ulteriore rinnovo dopo quello firmato a settembre nel 2017, cosa che lo metterebbe definitivamete al centro del progetto. "Non si è parlato di offerte - ha spiegato Leonardo -, si è parlato di quello che esiste, dobbiamo fare incontri singolarmente con tutti i giocatori. Questi incontri sono dovuti. Sono cose normali per una nuova proprietà".

Che la Roma sia interessata a Suso è cosa nota: dopo il fallimento dell'operazione Malcom, Monchi non è ancora riuscito a regalare a Di Francesco un esterno destro che possa alternarsi con Under e rinforzare l'organico, così il milanista è diventato il primo obiettivo, considerando che in quel ruolo l'allenatore preferisce un mancino che possa accentrarsi. 

Cedere Suso per il Milan rappresenterebbe una grande plusvalenza, ma al di là delle ragioni di bilancio, una sua cessione a una settimana dal via del campionato e senza alternative all'orizzonte non sarebbe un'idea geniale. Ecco perché l'addio è quasi impossibile.