Premium Sport

Serena Williams shock: "E poi tutto è andato male"

La tennista ha temuto per la sua salute dopo il parto per il formarsi di coaguli di sangue nei polmoni

  • TTT
  • Condividi

"And then everything went bad". E poi tutto è andato male. Sono le parole più significative pronunciate da Serena Williams in un'intervista alla rivista di moda Vogue, dove ha raccontato la paura causatale da una gravidanza difficile e da complicanze post-partum. Difficoltà che le hanno impedito di tornare, per ora, all'attività agonistica.


Vogue le dedica la copertina del numero di febbraio, che la ritrae con la figlia Alexis Olympia Ohanian, nata lo scorso primo settembre dall'unione con il co-fondatore di Reddit, Alexis Ohanian. La Williams, 36 anni, racconta di aver sviluppato coaguli di sangue nei polmoni mentre era ancora in ospedale dopo il parto.

L'articolo ricorda che la tennista "ha trascorso le prime sei settimane di maternità senza potersi alzare dal letto". La statunitense è assente dai campi di gioco dal gennaio 2017, quando quando vinse il suo 23/o torneo del Grande Slam agli Australian Open, titolo che non potrà difendere. Alla stessa rivista, va detto, la Williams ha anche raccontato la gioia di essere madre: "Lo dico con tutta la forza del mondo: voglio arrivare almeno a 25 titoli. So bene quanto può essere difficile, ma so anche che la mia bambina mi dà una forza supplementare. Se sono troppo ansiosa, rischio di perdere un match. Ogni ansia sparisce quando sei madre. Perciò adesso sono una giocatrice migliore. Sapere che c'è tua figlia che ti aspetta mette ogni cosa al suo posto. Non ho bisogno di soldi, non cerco il prestigio. Li bramo, li desidero, ma non ho bisogno di loro. Una nuova situazione per me. Mentalmente una forza straordinaria sul campo